ERBE SPONTANEE: IL FARINACCIO, O CHENOPODIO

Piante spontanee: il farinaccio, Chenopodium album

Il Chenopodium album, più noto come farinaccio o farinello, è una pianta spontanea diffusissima: basta osservarne una foto per riconoscerlo a colpo d’occhio. Talvolta è talmente diffuso da risultare infestante. Non tutti sanno che la pianta, ed i semi, sono commestibili

Il chenopodio è una pianta erbacea annuale. Le sue foglie sono ricoperte nella parte inferiore da minuscoli pallini, che restano sulle mani quando lo si tocca, da qui il nome di farinello. L’altezza può oscillare da 30 a 150 cm (minimo 20 cm; massimo 200 cm); ma spesso dopo la fruttificazione si adagiano a causa del peso aggiunto.

La presenza del chenopodio nell’orto indica che il terreno è fertile, ricco di fosforo e potassio.

Un bell’esemplare di chenopodio
 

Le foglie sono ricche di sostanze benefiche quali le vitamine  A, B e C e  minerali come calcio, potassio e ferro; di proteine e di fibra; possono anche contenere acido ossalico, per cui non vanno consumate in grandi quantità. Certamente ciò  non impedisce di poterne fare una buonissima frittata, come faremmo anche con l’ortica o più comunemente con gli spinaci.

Il nome “chenopodio” pare derivi dal latino con il significato di “a piede d’oca”, con riferimento alla forma delle foglie.

Il peso dei semi può arrivare a piegare i rami
 

In cucina

Facendo parte della famiglia delle Chenopodiacee, ha una parentela stretta con gli spinaci e può essere cucinato negli stessi modi.

Viene consumato specialmente nella zona delle Dolomiti e comunque al nord. Si usa cuocerlo e condirlo con olio e sale oppure ripassarlo in padella. Molti lo usano come ripieno per i ravioli.

I semi possono essere impiegati per ricavarne una farina, usabile per la panificazione
 

Anche i semi possono essere consumati, riducendoli in farina e usandoli nella produzione di pane di chenopodio.  I semi contengono lisina (aminoacido scarsamente presente nei cereali) bilanciando così, nel consumo come farina, l’apporto proteico dei cereali.

Il chenopodio si trasforma facilmente in pianta infestante
 

PER NATALE REGALATI UN LIBRO PER L’ORTO
I migliori li trovi QUI
con SCONTI E OMAGGI

NOVITA’:  CALENDARIO LUNARE DELL’ORTO 2013
 

Freschissimo di stampa

500 SEGRETI PER AVERE UN ORTO MERAVIGLIOSO

Ottobre 2012 prima edizione

Formato 17X24

320 pagine

Prezzo euro 18,90

Vedi sconti e omaggi

 


Coltivare l’orto
gruppo aperto

3500 iscritti!!

ISCRIVITI


Coltivare ortaggi in giardino e sul balcone
6400 fans!!!

DIVENTA FAN


Fare l’orto diventa
Hobby dell’anno


DIVENTA FAN


Fare l’orto, che passione!

DIVENTA FAN

BUON ORTO A TUTTI!!!
ERBE SPONTANEE: IL FARINACCIO, O CHENOPODIOultima modifica: 2012-12-05T18:23:48+01:00da coltivarelorto
Reposta per primo quest’articolo