Conservare più a lungo le piantine di basilico

Conservare più a lungo le piantine di basilico
Le piantine acquistate nel mese di marzo, manifestano già la tendenza ad andare a fiore. Anche il basilico seminato in periodi successivi, più vicini al suo ciclo naturale, pur resistendo più a lungo al primo sopravvenire del clima più caldo tendono ad emettere delle spighe sui rami principali, segno evidente  che si apprestano ad emettere fiori e subito dopo avvizzire.
Le piccole spighe emesse sulla cima delle ramificazioni sono le fioritura del basilico, e indicano che la piantina è prossima a terminare il suo ciclo vitale.
 

Esiste un metodo per far durare molto più a lungo la vita  produttiva delle nostre piantine, e consiste nel cimare metodicamente e frequentemente tutte le spighette che compaiono. Eliminandole, la pianta verrà stimolata ad emettere nuove ramificazioni con foglie fresche. Anche queste tenderanno poi ad emettere fiori, ma basterà ripetere l’operazione ogni volta per avviare un circuito virtuoso che trasformerà la piantina in un piccolo cespuglio, sempre ricco di foglie fresche e profumate.

Tutte le spighe di fiori (indicate nella figura dalle frecce gialle) vanno eliminate: usate l’unghia del pollice.
 
Ecco come appare il vaso di basilico dopo la cimatura.
La cimatura stimola l’emissione di nuove ramificazioni, per cui la piantina risulterà rinfoltita e rinforzata e produrrà più a lungo.
 


Coltivare l’orto
gruppo aperto

ISCRIVITI


Coltivare ortaggi in giardino e sul balcone
DIVENTA FAN

Altre  informazioni utili sulla coltivazione dell’orto le puoi trovare sul mio libro: Coltivare l’orto
BUON ORTO A TUTTI!!!
Conservare più a lungo le piantine di basilicoultima modifica: 2011-05-23T11:40:00+02:00da coltivarelorto
Reposta per primo quest’articolo